BLOG
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
E' il nostro giornale di bordo,
un diario pi¨ o meno aggiornato di ci˛ che ruota attorno al nostro lavoro
e ci permette di confrontarci con chi ha interesse per le tematiche affrontate.
Usatelo per i vostri commenti, anche per un giudizio
sul nostro lavoro se siete venuti a visitarci.
Ovviamente i commenti che non ci piacciono li cestiniamo...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Bambini allergici, bambini asmatici, madri in attesa che non mangiano che cibi cotti e niente salumi, niente formaggi crudi, verdure lavate con amuchina...
la medicalizzazione nella nostra vita ci fa entrare gi? prima della nascita nella fabbrica dominata dalla catena di montaggio igienista. Un igienismo, unito ad un ambiente sempre pi? sporco (aria e acqua) che provoca il crollo delle nostre difese immunitarie. E quindi bambini allergici, bambini asmatici...
Eppure la natura fa s? che i piccoli portino alla bocca, da subito, qualsiasi cosa. Questo d? la possibilit? agli organismi di entrare in contatto con il mondo circostante, di portare dentro e sperimentare e contrastare ci? che ? nocivo; attraverso questo rapporto l'organismo si rafforza e cresce. E adesso leggetevi questo:

Bambini sporchi e sani ora lo dice anche la scienza

Repubblica ? 31 gennaio 2009
Quando i miei bambini "esploravano" le strade di Brooklyn, non potevo fare a meno di chiedermi quanto "saporito" potesse essere lo sporco della strada. Considerato che tutti i comportamenti istintivi presentano un sicuro vantaggio per l' evoluzione - altrimenti, senza dubbio, non si sarebbero protratti nei millenni - ci sono buone probabilit? che anche questo ci sia servito a far sopravvivere la nostra specie. E in effetti sempre pi? numerose e attendibili sono le prove secondo le quali mangiare un po' di terra o di sporco fa bene. Dopo alcuni studi di quella che ? definita la teoria igienica, i ricercatori sono giunti alla conclusione che organismi quali milioni di batteri, virus e soprattutto i vermi che penetrano nel nostro corpo con la terra favoriscono lo sviluppo di un sistema immunitario sano. Alcuni studi tuttora in corso confermerebbero addirittura che i vermi possano aiutare un sistema immunitario poco efficiente - che ha provocato disordini auto-immuni, allergie e asma - a rimettersi a funzionare correttamente. Questi studi paiono spiegare perch? i disordini del sistema immunitario come la sclerosi multipla, il diabete di tipo 1, i disturbi del colon infiammabile, l' asma e l' allergia siano aumentati significativamente negli Stati Uniti e in altri Paesi in via di sviluppo. ?Un bambino che si mette gli oggetti in bocca permette al proprio corpo di esplorare l' ambiente con una reazione immunitaria? spiega nel suo nuovo libro, intitolato appunto "Why Dirt Is Good" ("Perch? lo sporco fa bene", Kaplan editore), la microbiologa e docente di immunologia Mary Ruebush. ?Non soltanto ci? permette di "allenarsi" nelle reazioni immunitarie necessarie a proteggersi, ma riveste una funzione cruciale nell' insegnare alla reazione immunitaria immatura che cosa ? meglio ignorare?. Un illustre ricercatore, il dottor Joel V. Weinstock, direttore del dipartimento di gastroenterologia ed epatologia del Tufs Medical Center di Boston, ha detto che alla nascita il sistema immunitario umano ? come un computer non programmato, che necessita di impostazioni. Secondo Weinstock alcune misure di salute pubblica, quali la decontaminazione dell' acqua e la pulizia degli alimenti, hanno sicuramente salvato la vita di un numero incalcolabile di bambini, ma al contempo hanno abolito "l' esposizione a molti organismi che quasi certamente sono benefici per noi". Ha poi aggiunto: ?I bambini allevati in un ambiente ultrapulito e asettico non sono esposti a quegli organismi che li aiutano a sviluppare adeguati circuiti di controllo del sistema immunitario?. Neanche la dottoressa Ruebush, autrice di "Why Dirt Is Good", propone un ritorno alla sporcizia, ma fa giustamente notare che i batteri sono ovunque, sul nostro corpo, all' interno di esso, e tutto intorno a noi. E deplora la mania odierna di utilizzare centinaia di prodotti antibatterici che convogliano un falso senso di sicurezza e potrebbero favorire lo sviluppo di batteri resistenti agli antibiotici che provocano malattie. Acqua e sapone sono le uniche cose necessarie alla pulizia. ?Io raccomando in ogni caso di lavare sempre le mani dopo essere stati in bagno, prima di mangiare, dopo aver cambiato un pannolino, prima di maneggiare gli alimenti e ogni qualvolta siano visibilmente sporche?. Quando l' acqua corrente non ? disponibile e lavarsi le mani ? essenziale, si possono utilizzare salviettine per le mani impregnate di alcol. Il dottor Weinstock si spinge molto oltre: ?Bisognerebbe lasciare che i bambini girassero a piedi nudi e giocassero nella terra, e non fossero obbligati a lavarsi le mani prima di sedersi a mangiare?. Dopotutto, insieme al dottor Elliott egli ha constatato che i bambini che crescono in campagna e sono esposti di frequente ai vermi e ad altri organismi trasmessi dagli animali hanno molte meno probabilit? di sviluppare allergie e malattie autoimmuni. Altrettanto benefico ?, a suo dire, lasciare che i bambini crescano con due cani e un gatto, che li espongono a infestazioni di vermi intestinali che possono far loro sviluppare un sistema immunitario sano. (Copyright "La Repubblica"-"The New York Times" Traduzione di Anna Bissanti) - JANE E. BRODY
Leggi i commenti   Invia un commento
 
 
 
 
 
 
 
 
agriturismo gulliver
vendrogno - valsassina (lecco)
tel. 0341.870307 - 348.5235003
p.i. 01990260133
info@agriturismogulliver.com
   
  Smartware