BLOG
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
E' il nostro giornale di bordo,
un diario pi¨ o meno aggiornato di ci˛ che ruota attorno al nostro lavoro
e ci permette di confrontarci con chi ha interesse per le tematiche affrontate.
Usatelo per i vostri commenti, anche per un giudizio
sul nostro lavoro se siete venuti a visitarci.
Ovviamente i commenti che non ci piacciono li cestiniamo...
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Corriere della Sera - MILANO -
sezione: Lombardia - data: 2008-07-04 num: - pag: 10
categoria: REDAZIONALE
Lecco Un sistema gps sorveglia le capre e avvisa in caso di pericolo
Gregge controllato dal satellite Cos? il pastore diventa hi-tec

LECCO ? Alla fine c'? voluto il satellite per chiudere la guerra dei pascoli in Alta Valsassina. Dopo l'ennesima lite con il vicino che protestava perch? le capre gli avevano invaso la vigna, Fabrizio Rovati, 49 anni, allevatore e gestore di un agriturismo a Vendrogno, comune di 350 anime sulle montagne del Lecchese, non sapeva pi? che fare. Anche perch? l'anno scorso in Val d'Aosta, proprio su una questione di sconfinamenti di pascolo c'era scappato un colpo di fucile.
?Le capre vanno dove vogliono, non riesco a controllarle tutto il giorno?, si era sfogato con Massimo Lazzari, docente di Ingegneria agraria presso la facolt? di Veterinaria dell'Universit? di Milano. ?Per non perderle ci vorrebbe un gps?, ? sbottato. L'amico professore lo ha guardato un attimo e poi ha risposto: ?Perch? no, proviamoci ?. E cos?, dopo aver mappato un terreno di 40 ettari, diviso in zone verdi permesse e zone rosse vietate, al collo di ?Peppo?, il maschio del gregge, ? stato messo un trasmettitore che tiene sotto controllo tutto il gruppo. Se le capre si avvicinano alle zone ?a rischio lite ?, scatta un segnale al satellite che manda un sms al telefono di Rovati, con la posizione, longitudine e latitudine, del gregge e una mappa computerizzata indica dove andare a recuperarlo prima che invada vigne, orti e giardini.
?Il progetto, unico in Italia per quanto riguarda l'applicazione sui pascoli, nasce dalla collaborazione tra Universit? di Milano, Coldiretti di Milano e Lodi e Camera di commercio di Milano ? spiega Ernesto Beretta, uno dei ricercatori che hanno realizzato il sistema ? la sperimentazione ? partita 4 mesi fa e alcuni aspetti vanno ancora affinati?. Come ad esempio la durata delle batterie, che sono come nei telefonini e vanno ricaricate la sera quando il gregge rientra in stalla. ?Impossibile applicare quelle solari perch? dovremmo ricoprire gli animali di cellule fotovoltaiche e aggiungere un accumulatore al collare. Non ? proponibile? afferma Beretta ? Per ora la nostra ? la soluzione migliore?.
Tanto buona che da 15 giorni l'ha adottata anche Eros Mastaglio, 23 anni, pure lui allevatore di Vendrogno, con 150 capre sugli alpeggi. ?Prima andavano negli orti e nei giardini, mangiavano le verdure e i fiori e la gente si arrabbiava, ? normale ? racconta ?. Quando ho saputo del gps, mi sono informato e l'ho preso. Ce l'ha al collo Otto, che ? la femmina dominante del gruppo. Adesso il mio gregge non fa pi? danni e, se serve, in mezz'ora al massimo lo recupero?. E cos?, grazie al satellite spia, in Alta Valsassina ? tornato il sereno. O quasi. ?I rapporti con i vicini sono un po' migliorati ? commenta Rovati ? ancora non ci parliamo, ma almeno non si litiga?.
In team
Il programma messo a punto con il contributo di Universit?, Coldiretti e Camera di Commercio

L'allevatore Fabrizio Rovati con ?Peppo?, il maschio del suo gregge che ha al collo il ?gps? (Foto Bolzoni)
Fabio Bonaccorso

Leggi i commenti   Invia un commento
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
agriturismo gulliver
vendrogno - valsassina (lecco)
tel. 0341.870307 - 348.5235003
p.i. 01990260133
info@agriturismogulliver.com
   
  Smartware